Benvenuti sul nuovo sito Farmafuturo! SPEDIZIONI GRATUITE AL DI SOPRA DI 49,90 €

CHE COSí» LA PRESSIONE ARTERIOSA? COME SI MISURA?

CHE COSí» LA PRESSIONE ARTERIOSA? COME SI MISURA?

21/02/2021 16:16:00 | Farmafuturo

È il volume di sangue che circola nelle arterie a determinare il valore della Pressione arteriosa.

Da cosa dipende?

Dal volume di sangue proveniente dal sistema sanguigno e immesso nel cuore e dal volume di sangue che dal cuore viene rimesso in circolo.

Massima e Minima?

Di solito utilizziamo questi termini per indicare i valori della pressione arteriosa, questi valori si riferiscono alla pressione sistolica e diastolica. Facciamo chiarezza…

A ogni battito cardiaco, la pressione sistolica, detta anche massima è il valore della pressione arteriosa nel momento in cui il cuore si contrae. Si assiste al passaggio del sangue dagli atri cardiaci ai ventricoli cardiaci e dai ventricoli cardiaci all’aorta e si immette nel circolo sanguigno (immaginate come se il cuore si svuotasse completamente). La pressione sistolica, detta anche minima, rappresenta il valore della pressione arteriosa nel momento in cui il cuore di un individuo si rilassa (il cuore si riempie di sangue), quindi il valore pressorio a cavallo tra due battiti cardiaci.

In un giovane adulto sano, la pressione sistolica, oscilla tra i 110 e i 140 mmHg, mentre la pressione al suo livello più basso, cioè la pressione diastolica, oscilla tra 60 e 80 mmHg. La differenza ottimale tra queste due pressioni è di circa 40-50 mmHg ed è definita pressione differenziale.

Quale è lo strumento più comune per la sua misurazione?

Lo sfigmomanometro

Si gonfia il bracciale, posto intorno al braccio sinistro. La pressione del bracciale, letta sul manometro, si trasmette all’arteria, occludendola. Contemporaneamente si posa un fonendoscopio sul decorso dell’arteria omerale, a valle del bracciale, in corrispondenza della piega del gomito.

Si sgonfia quindi lentamente il bracciale. All’improvviso si sentirà un primo rumore breve e schioccante, in coincidenza con ogni battito cardiaco (rumore di Korotkoff). Il valore rilevato sul manometro è la pressione sistolica.

Man mano che il bracciale si sgonfia, il rumore diventa più prolungato, fino a trasformarsi in un fruscio continuo e scomparire del tutto. L’ultimo rumore percepito rappresenta il valore della pressione diastolica.

Esistono degli strumenti di più facile utilizzo?

Esistono strumenti di rilevazione della pressione arteriosa e del battito cardiaco completamente automatici, che permettono la misurazione in completa autonomia senza dover avere alcuna competenza medica

Il Team FarmaFuturo consiglia:
MISURATORE DI PRESSIONE DIGITALE PRONTEX SYNTESI AUTOMATICO